Nuovo pacchetto flessibile per l'occupazione: Ministro Selçuk

Il Ministro della Famiglia, del Lavoro e dei Servizi Sociali, Zehra Zümrüt Selçuk, ha svelato i contenuti del “Nuovo Pacchetto flessibile sull’occupazione” elaborato per garantire la sostenibilità e l’aumento dell’occupazione. Secondo le osservazioni del Ministro, la Turchia sta guardando a schemi di occupazione flessibili come panacea per il suo alto tasso di disoccupazione e nel tentativo di attutire gli effetti della pandemia da coronavirus sull'economia. Sono previste condizioni favorevoli per la popolazione di età inferiore ai 25 ed oltre ai 50 anni alla partecipazione alla forza lavoro a tempo parziale con contratti a tempo determinato per un periodo massimo di due anni, ha detto Selçuk. Inoltre, Il Governo sta progettando di dare un ulteriore sostegno ai disoccupati per trovare lavoro dopo il licenziamento. Il numero di lavoratori che beneficiano dell'indennità di lavoro a breve termine è sceso a 1 milione alla fine di settembre dal suo picco di 3,2 milioni a maggio. L'importo totale delle indennità mensili a breve termine pagate dal fondo è sceso a 1,57 miliardi di lire. Nell'ambito del regime di indennità di lavoro a breve termine, il fondo di assicurazione contro la disoccupazione copre 60% degli stipendi del personale dei dipendenti in caso l’azienda riduca l'orario di lavoro. Qualsiasi azienda, costretta a chiudere l'attività a causa di forza maggiore come la pandemia, può chiedere il supporto del Governo per usufruire del regime di lavoro ad orario ridotto, introdotto già nel 2008.

La forza lavoro è scesa di 1,62 milioni su base annua a 31,5 milioni di persone a luglio con perdite di unità lavorative registrate principalmente nell'agricoltura, nell'industria e nei servizi, secondo i dati Turkstat. Il numero di disoccupati di età pari o superiore a 15 anni è diminuito di 369.000 a 4,227 milioni. Il tasso di disoccupazione giovanile di età compresa tra i 15 ed i 24 anni è diminuito al 25,9% dal 27,1% di luglio 2019. Il tasso di occupazione non registrata - persone che lavorano senza sicurezza sociale in relazione alla loro occupazione principale - è stato del 32,7%, in calo del 3,3 punti percentuali su base annua. Il nuovo Programma Economico della Turchia, annunciato alla fine di settembre, punta ad un tasso di disoccupazione del 13,8% per quest'anno e del 12,9% per l'anno prossimo.

Condividi Tweet Copia Collegamento Stampa / Salva come PDF HOMEPAGE